i_fora_sacchi_1140x500px

La bella stagione ci invita a trascorrere sempre più tempo all’aperto magari nei prati dove i cani possono correre liberamente. Attenzione alla presenza dei terribili “fora sacchi”, comunemente chiamate spighe. Hanno in effetti le caratteristiche delle spighe di grano e come loro hanno la forma a freccia per cui non possono una volta introdotte, retrocedere, ecco perché si dice che camminino. Si possono trovare molto facilmente all’interno delle orecchie, soprattutto in quei soggetti con orecchie lunghe e pelose, tra le dita delle zampe ma anche in molti altri punti, pericolosissimi se colpiscono l’occhio.

I sintomi sono sempre di grande fastidio con scuotimento insistente dell’orecchio interessato, a volte con lamenti e rotazione della testa dalla parte colpita, leccamento insistente e mordicchiamento fino alla lacerazione della parte interessata ma anche, nei casi più gravi, con comparsa di ascessi, fistole anche molto lontane dal punto di penetrazione iniziale. Difficilmente l’animale riuscirà  a liberarsi autonomamente del problema, molto spesso bisognerà ricorrere all’aiuto del Medico Veterinario che procederà risolvendo il problema anche con l’utilizzo di sedazione o anestesia.