!cid_045466E6-6127-4D13-B2AB-CC823CD67D81

Potrebbe succedere che al rientro dalla passeggiata il nostro cane, ma anche il gatto se ha la possibilità di uscire, tenga un occhio chiuso. Se cercando di aprirgli la palpebra l’animale tendesse, per il forte dolore, ad opporsi e cercasse di togliere il fastidio usando le zampe anteriori, o strusciando il muso contro oggetti peggiorando così la situazione, si tratterebbe molto probabilmente di ulcera corneale. Le passeggiate nell’erba, magari con frustoli erbacei secchi o con foglie pungenti, potrebbero esserne la causa.

In tal caso dovreste cercare di ispezionare l’occhio colpito, usando un telo bagnato con acqua fresca, o meglio ancora, con un infuso di camomilla tiepida. Se dovesse comparire un corpo estraneo (come una spiga, una foglia, ecc…) e fosse facilmente eliminabile con l’utilizzo di un cotton fioc potreste asportarlo autonomamente, dando così immediato sollievo al vostro animale.

Molto spesso però, la congiuntiva è talmente irritata che non è possibile verificare nulla, è quindi necessario essere tempestivi portando l’animale domestico da un Medico Veterinario, o almeno contattarlo telefonicamente per avere chiarimenti e suggerimenti.

È importante non somministrare mai di propria iniziativa colliri o pomate oftalmiche senza aver consultato uno specialista. Se l’ulcera non fosse curata adeguatamente potrebbe causare gravi problemi irreversibili per la vista del vostro amico.